LA SOLA

Mentre che sistemavo la cucina,
stavo a penzà a ‘sti fatti allucinanti
de ‘sto virus venuto da la Cina.
A li decreti de li governanti.
Abbada si quarcuno s’avvicina,
chiusi li bar, teatri e ristoranti,
chiuse le scole, cerimonie e chiese,
guai si t’azzardi a escì dar tuo paese.
 
Penzavo: Nun me manca er sagramento,
teatri e ristoranti uno ogni tanto,
er bar nun è che tanto lo frequento
e si me ne sto a casa sto d’incanto.
Però le scole chiuse sò un tormento.
Te chiederai perchè m’angoscio tanto?
E’ che nun ciò l’età più pe’ annà a scola,
puro ‘stavorta pijerò ‘na sola.
 
10/03/2020
Carlo Renzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *