Il Miglio Verde – Ultima lettera di una pianta di basilico

Egregi Amministratori,

sono una piantina di basilico, e vivo in un vaso in un terrazzino. La mia padrona, violando la legge, mi ha finora dato un bicchier d’acqua ogni due giorni. Adesso si e’ resa conto della gravita’ di cio’ che ha fatto, e ha deciso di non farlo piu’.

Non ritengo di denunciarla, conosco il nero futuro che mi aspetta: ma invece voglio esprimere il mio totale disappunto per quanto sta accadendo e come viene gestito .

Abbiamo cercato di costruire un paese ridente, o almeno ci abbiamo provato, con giardinetti e spazi verdi pubblici (pochi) e privati (molti) , e alcuni spazi si vorrebbero addirittura affidare all’associazionismo e all’iniziativa privata.
E adesso dobbiamo far morire tutto il nostro verde, non solo prati e alberi, ma siepi, vasi e piante da affezione.

Io, piantina di basilico, adesso moriro’ , seccata dal sole e dalle ordinanze, ma con me morira’ la gran parte della vegetazione che arricchisce il paese, e che evita l’impressione del solo cemento selvaggio di condomini e villette.

Non ritengo giusto condannare il nostro patrimonio verde, senza dare una alternativa o un supporto, come per esempio organizzare come amministrazione la fornitura di acqua non potabile, rendendola disponibile in questo periodo, anche fossero cisterne della vituperata acqua inquinata dei nostri torrenti…

Non ritengo giusto condannare le nostre zone di edilizia residenziale a diventare vuoti cementifici.

E’ facile fare ordinanze, senza trovare alternative: la prossima immagino che sara’ “Divieto di circolazione assoluto su tutte le strade del Regno, per non causare buche e non danneggiare il manto stradale”

Ovviamente non posso credere che invece la cittadinanza , nottetempo, infranga volontariamente le ordinanze e travestiti da ladri annaffino i vasi e le aiuole…

Un caro saluto

La vostra condannata, Piantina di Basilico

__________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *