PRIMA VIE’ LA SALUTE…

Prima viè la salute, statte accorta,
poi sbrighete a mannà tutti in galera,
urge da ripulì l’antimosfera
da chi, sicuro, te vorebbe morta.

Da chi nun se pò più spartì la torta,
palazzinari, mafie, sò ‘na schiera.
De ‘sti nemici tu ne poi annà fiera,
ciai er popolo romano come scorta.

Se ‘mprincipia a sentì ‘n pò d’aria nova,
a Roma mò se cammia, finarmente,
l’attacchi che te fanno sò la prova

che stai a commatte a fianco de la gente.
Poi stà certa che chi te disapprova
nun ama ‘sta città, manco pe’ gnente.

24/02/17
Abbate Luiggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *